Contenuto principale

Presentazione

Protesta alla Regione

Manifestazione organizzata davanti alla Regione il 27 ottobre del 2015

Manifestazione organizzata davanti alla Regione il 27 ottobre del 2015


Protesta alla Regione

Durante la manifestazione alcuni manifestanti si sono sdraiati davanti al portone

Durante la manifestazione alcuni manifestanti si sono sdraiati davanti al portone


Protesta alla Regione

Un manifestante bussa alla porta della giunta regionale

Un manifestante bussa alla porta della giunta regionale


Protesta alla Regione

Manifestanti sul marciapiede davanti alla Regione

Manifestanti sul marciapiede davanti alla Regione


Protesta alla Regione

I manifestanti parlano con l'assessore regionale alla sanità

I manifestanti parlano con l'assessore regionale alla sanità


Manifestazione del 27 ottobre 2015

Gruppo di manifestanti davanti alla sede della regione

Gruppo di manifestanti davanti alla sede della regione


Manifestazione del 27 ottobre 2015

Gruppo di manifestanti davanti alla sede della regione

Gruppo di manifestanti davanti alla sede della regione


 

Scandicci, 9 giugno 2016

 

All’attenzione di:

-      Presidente Enrico Rossi

-      Assessore Stefania Saccardi

-      Professor Massimo Toschi

-      Dottor Andrea Valdrè

e, p.c.

-      Presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani

-      Capigruppo in Consiglio regionale

-      consiglieri della Commissione “Sanità e politiche sociali” del Consiglio regionale della Toscana

 

 

 

Oggetto:  Conferenza regionale sulla disabilità  e  vita indipendente

 

 

 

  Apprendiamo che – nell’organizzazione della conferenza regionale sulla disabilità – la Regione Toscana non ha previsto alcuno spazio specifico di discussione sul tema della vita indipendente dei disabili.

  Si ricorda ancora una volta che – per i disabili gravi – “vita indipendente” è sinonimo di “concreto godimento ed esercizio dei diritti sanciti dagli artt. 2 e 3 della Costituzione”.   Perciò, essendo noti gli innumerevoli problemi di pratica attuazione della normativa regionale in materia – peraltro inadeguata, non prevedere uno spazio specifico di discussione sul tema della vita indipendente dei disabili significa violare gli articoli 2 e 3 della Costituzione.

  Inoltre, si fa presente il rilievo che il tema della vita indipendente dei disabili assume alla luce del combinato disposto dell'art. 19 della Convenzione ONU sui disabili, della legge 162 del 1998 e dell'art. 4 co. 1 lett. e) dello Statuto della Regione Toscana.

  Non va nemmeno sottovalutato il fatto che la vita indipendente è una realtà importante in tanti Paesi del mondo cosiddetto sviluppato.    E va tenuto nella dovuta considerazione il fatto che ormai in molte regioni italiane i movimenti di disabili per la vita indipendente si stanno sempre più diffondendo.    Quindi, vanno rispettate le richieste di tanti cittadini disa-bili che vogliono praticare la vita indipendente qui in Italia e in Toscana in particolare.

  Avevamo già espresso i suddetti argomenti a proposito dell’analoga assenza dalla conferenza regionale del gennaio 2015.

  Sirichiedel’istituzioned’unospaziospecificodidiscussionesultemadellavitaindipenden-te nella conferenza regionale sulla disabilità in corso di organizzazione.

  Si fa presente che, nel corso dell’audizione svoltasi il 7 aprile u.s. c/o la III Commissione del Consiglio regionale, alcuni consiglieri di maggioranza ritennero legittima tale richiesta.

  In attesa di un auspicabile positivo riscontro, distinti saluti

 

Associazione Vita IndipendenteONLUS

 

AssociazioneToscana Paraplegici ONLUS

 

Associazione Vita IndipendenteBassa Val di Cecina ONLUS

 

AssociazioneParaplegici Aretini ONLUS

 

Centro Studi e Documentazione sull'Handicap  -   Pistoia

 

gruppo di lavoro Ex Sperimentatori Vita Indipendente

 

AssociazioneParaplegici Siena ONLUS